Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

18/10/18 ore

Maledetta Politica – Il decreto dignità, detto Cgil



Al netto della propaganda e degli annunci, nelle prime settimane di attività il Governo Conte ha prodotto poco o nulla, con effetti anche sulla fin qui modesta attività parlamentare.

 

L'unico provvedimento degno di nota è stato il cosiddetto “decreto dignità”, che tanto sta facendo discutere per il suo carattere – diciamo - retrò.

 

Niente di che, c'è da dire, ma abbastanza per tracciare la linea di colore rosso-Cgil che il governo intenderebbe seguire sui temi del lavoro e dell'occupazione.

 

Quel che resta del più grande sindacato italiano non fece mistero in campagna elettorale della sintonia trovata con i vertici del Movimento 5 Stelle.

 

Con le nuove norme sui contratti a termini passa al primo incasso, salvo cambiamenti possibili e auspicabili in sede di conversione.

 

Ne discute, in Maledetta Politica, Geppi Rippa, sollecitato da Antonio Marulo

 


 

Maledetta Politica – Il decreto dignità, detto Cgil (Agenzia Radicale Video)

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna