14/12/18 ore

MOSTRE

‘Quelle come te’. Omaggio ad Alda Merini, la mostra dello scultore Silvano Bulgari

Dal 12 al 22 dicembre 2018 La Casa delle Arti - Spazio Alda Merini, ospita l’esposizione personale dello scultore Silvano Bulgari, dal titolo “Quelle come te”, in omaggio ad Alda Merini, la poetessa dei Navigli.L’esposizione, patrocinata dal Comune di Milano, si articola attraverso due linguaggi, quello scultoreo e quello poetico, mettendo in rilievo le affinità tematiche tra l’opera dei due artisti milanesi che, tra l’altro, si conoscevano. Punto di partenza, dunque, il comune interesse, sia estetico che concettuale, per alcuni temi esistenziali: l’amore, la maternità, il dolore, la violenza, la follia.

Dentro la Strada Novissima a cura di Paolo Portoghesi al Maxxi di Roma

In questi giorni al MAXXI con un riduttivo allestimento evocativo è ricordata la “Strada novissima” della Biennale d’architettura degli anni ’80, l’evento espositivo che inaugurò l'architettura postmoderna che aveva già ottenuto discreti consensi con la Neue Staatsgalerie di Stoccarda di James Stirling e la Piazza d'Italia a New Orleans di Charles Moore, o se vogliamo, ancora prima, con la Casa di Vanna Venturi (1964), di R. Venturi, a Filadelfia... di Giovanni Lauricella

Inclusion – Exclusion alla Galleria Sacconi del Vittoriano

Dall’8 dicembre al 31 gennaio 2019 (inaugurazione venerdì 7 dicembre alle ore 17:00), presso la Galleria Sacconi nel complesso del Vittoriano si terrà la mostra “Inclusion/ Exclusion promossa dai Laboratori d'Arte della Comunità di Sant'Egidio e dal Ministero per i Beni Culturali e le Attività Culturali – Polo  Museale del Lazio.

Balla al Museo Carlo Bilotti - Aranciera a Villa Borghese a Roma

All’Aranciera di villa Borghese di Roma abbiamo la fortuna di vedere il più grande maestro della pittura degli inizi del ‘900, Giacomo Balla (1871-1958)che, cento anni fa circa, tra il 1904 e il 1910, proprio nelle vicinanze del museo Bilotti, dove si svolge la mostra, produsse trenta opere che oggi vediamo con la curatela di Elena Gigli e The Boga Foundation: trenta quadri che rivoluzionarono la pittura. di Giovanni Lauricella

Rino Barillari. The King of Paparazzi

Rino Barillari, famoso fotografo ancora attivo, che durante 60 anni di carriera ha collezionato  un archivio personale di oltre 400.000 fotografie, 163 ricoveri al Pronto Soccorso, 11 costole rotte, 1 coltellata, 76 macchine fotografiche fracassate (alcune delle quali in mostra), è stato celebrato (chiusura proprio il 28 ottobre) in un’ ala del MAXXI che altro non è che la parte rimanente della ex-caserma dell’esercito inspiegabilmente rimessa a nuovo. (Intervento architettonico in polemica con Zaha Hadid?) di Giovanni Lauricella

Julien Friedler. Behind the world al Complesso del Vittoriano a Roma

Abbiamo per la prima volta a Roma al Complesso del Vittoriano Julien Friedler, artista poliedrico che è anche psicologo filosofo e letterato, con una personale di venti recenti opere in grande formato: dipinti e installazioni evocative di una concezione intima, spirituale, vicina a tradizioni fantastiche come quella dei mascheroni che si possono vedere nella sua terra di origine, in Belgio, per il carnevale. di Giovanni Lauricella

Manifesta 12 a Palermo. Performare Mondi Possibili

Dopo alcuni decenni, da quando la storica dell’arte olandese Hedwig Fijen ha fondato Manifestache ancora oggi guida, dall’Olanda la kermesse si è spostata a Palermo, nel sud dell’Europa, a ridosso dell’Africa, con la novità che l’edizione siciliana sta assumendo sempre più un ruolo politico centrale di scontro nei confronti del governo sui temi affrontati dagli artisti. di Giovanni Lauricella

Colore, immagine, segno, oggetto, comportamento. Il secondo Novecento a Roma nella collezione Jacorossi

Proseguono le esposizioni al Musia, spazio espositivo museale dalla programmazione molto piena di eventi culturali, come quello che si può vedere nella galleria 7 dal titolo "Colore, immagine, segno, oggetto, comportamento. Il secondo Novecento a Roma nella collezione Jacorossi" dal 4 al 12 gennaio; è la seconda tappa della trilogia espositiva a cura di Enrico Crispolti in collaborazione con Giulia Tulino. di Giovnni Lauricella

Mater Matuta, un dialogo sulla verità della terra tra Mario Schifano e Gennaro Vallifuoco

Non è impresa facile confrontarsi con il ‘Puma’. Perché Mario Schifano è stato il genio assoluto del Novecento italiano, irregolare e fantastico come le sue opere e i Campi di pane che abitano il cuore di ogni vero amante dell’Arte. Ma Gennaro Vallifuoco, pittore irpino, riesce a trovare la vena giusta e a dialogare con il Maestro con grande forza espressiva. Ricerca della Matera Matuta e di ogni parola-segno che dia un senso ai giorni. Entrambi inquieti, i due Artisti hanno in comune la febbre del pensiero e un infinito amore per colori di Vita. di Salvatore Balasco

La stanza di Mantegna: Capolavori dal Museo Jacquemart-André di Parigi. Gotico Americano: I Maestri Della Madonna Straus

Eccezionale evento espositivo alla Galleria di arte antica di palazzo Barberini dedicato all’arte devozionale  dal trecento al cinquecento con otto opere di grande importanza storica e di grande bellezza artistica eseguite dai più grandi maestri dell’epoca, capolavori provenienti dal Museo Jacquemart-André di Parigi (a cura di Michele Di Monte) e dal  Museum of Fine Arts di Houston. di Giovanni Lauricella

T’ODI di Bruno Ceccobelli. Motore universale di Auro e Celso Ceccobelli. Mostre al Todi Festival 2018

Mettersi di fronte ad un personaggio dell’arte ingombrante come Bruno Ceccobelli, il cui ingombro fisico coincide con quello professionale, cercando di definirlo o di spiegare le sue opere è praticamente impossibile a meno che non hai la pazienza e la spregiudicatezza che ha avuto Daniela Lancioni che si è tuffata nella presentazione del catalogo di questa grande mostra a Todi rischiando di commettere errori fuorvianti. di Giovanni Lauricella

Risonanza cinese al Complesso del Vittoriano a Roma

Come dice il titolo abbiamo nell'ala Brasini del Vittoriano una mostra di arte cinese dove si possono constatare le influenze che noi occidentali abbiamo avuto nell'estremo oriente. Oltre 150 opere di 62 artisti a testimonianza della decisa azione riformatrice avvenuta in questi ultimi trenta anni in una Cina sempre più protagonista nel mondo. di Giovanni Lauricella

Quattro sguardi su Roma, fotografi a confronto: al Musia Pasquale De Antonis dopo Elisabetta Catalano, Milton Gendel, Massimo Piersanti

Al Musia, il nuovo spazio espositivo presso il museo Jacorossi nel centro di Roma, sono esposte per la rassegna Quattro sguardi su Roma, fotografi a confronto, le opere di Pasquale De Antonis, fotografo attivo tra gli anni '40-'80, periodo scelto dalle curatrici Barbara Drudi e Giulia Tulino come indicativo di un particolare percorso dell'arte, mentre in precedenza è stata la volta di Elisabetta Catalano, Milton Gendel, Massimo Piersanti. di Giovanni Lauricella

Uno sguardo sulla grafica cinese

Roma celebra in questi giorni un'altra importante mostra d'arte cinese in una tra le più prestigiose sedi culturali della città come a rimarcare il prezioso rapporto che abbiamo con questo stato. di Giovanni Lauricella

Enzo Condelli e l’arte stretta

Si parla tanto di street art e di riciclo, argomenti che fanno tanto politically correct chi li usa, ripari che servono a fare  giusti chi mastica  accoglienza, antirazzismo e lotta contro la povertà. Se passi al ghetto, in una tra le vie più nobiliari, con palazzi che traboccano arte, come palazzo Lovatelli famoso per le aste, palazzo Caetani o quello della biblioteca americana, palazzo Antici Mattei costruito da Carlo Maderno, pieno di antiche statue, sarcofagi, bassorilievi e ricchi reperti romani, potrebbe capitare di vedere come se fossero messe a ornamento sulle gradonate di Santa Maria dei Funari luminose raffigurazioni di frutta che creano sorpresa se non sai che da anni un testardo e coraggioso signore si aiuta a sopravvivere facendo quadri che vende di mattina. di Giovanni Lauricella