19/04/19 ore

LIBRI

L’Alleluja di Susanna, di Enrico Rufi. Testimonianza di una fede autentica

Nell’approssimarsi della Pasqua, ci sembra giusto ricordare il libro che commemora Susanna Rufi, una ragazza che sperava in un mondo migliore e che aveva accolto con entusiasmo l’appello di Papa Francesco ai giovani. di Giovanna D’Arbitrio

I nomi dello sterminio, di Anna Vera Sullam Calimani

Qualunque sostantivo è strettamente legato al suo significato, dunque attribuire un nome implica, in un certo qual modo, dare un senso. Come si può allora definire quello che è stato così tragicamente fuori dall’ordinario e dalla comprensione umana, come lo sterminio nazista? di Elena Lattes

Tre conferenze sulla storia del popolo ebraico

Nell’aprile dello scorso anno, l’ingegnere e architetto Davide Romanin Jacur, guida del museo ebraico di Padova, presidente - per quasi trent’anni - della Comunità locale, nonché dal 2017 consigliere e dal 2018 assessore al bilancio UCEI, tenne una serie di tre dibattiti “vivaci, ma al tempo stesso meditati” presso l’Accademia Galileiana il cui contenuto è stato recentemente pubblicato dalla casa editrice “Il Prato” con il titolo: “Tre conferenze sulla storia del popolo ebraico”… di Elena Lattes

I viaggi di Beniamino Terzo di Mendele Moicher Sfurim

“Lo shtetl di Tunejadovka è un piccolo angolo sperduto, lontano dalla strada principale, quasi del tutto separato dal mondo.” In questo piccolo villaggio dell’Europa orientale dal nome lungo e difficile da pronunciare, abita Beniamino, un sempliciotto così pauroso che “non avrebbe mai dormito da solo in una stanza, neppure per tutto l’oro del mondo”. di Elena Lattes

Quando inizia la nostra storia, di Federico Rampini

Una citazione tratta dal De Oratoredi Cicerone ci guida alla lettura del libro:”Historia vero testis temporum, lux veritatis, vita memoriae, magistra vitae, nuntia vetustatis”.Tale concetto della storia “maestra di vita”, viene ribadita anche nell’Introduzione, in cui Federico Rampini (Quando inizia la nostra storia – Mondadori) sottolinea che “ci sono svolte nel passato che hanno disegnato il mondo in cui viviamo”. Appare urgente quindi riscoprire la storia come guida, poiché chi non la conosce è condannato a ripeterne gli errori, dal momento che “i vincoli del passato comandano il mondo”. Se impariamo a decifrare gli antefatti, a misurarne il peso sulle nostre scelte di oggi, acquisiamo maggiore lucidità e profondità”. di Giovanna D’Arbitrio

Soviet Piano di Luca Ciammarughi

Durante i settant’anni di dittatura, numerosissimi sono stati i musicisti e più in generale gli artisti, che hanno subito pesantissime persecuzioni o che hanno avuto grande successo o ancora, più frequentemente, che hanno vissuto entrambe le situazioni. Luca Ciammarughi in “Soviet Piano” pubblicato dalla Zecchini Editore, racconta le vicende di molti di essi, alcuni dei quali sono diventati famosi in tutto il mondo, mentre altri sono meno noti o sono stati dimenticati. Un libro denso e avvincente, nel quale vengono descritti i comportamenti dei singoli artisti verso il regime e i vari dittatori che si sono susseguiti e di questi ultimi verso i primi. di Elena Lattes