19/08/18 ore

CINEMA

Bologna: il Cinema Ritrovato gode ottima salute e regala una rara lezione di cinema

Il pregio maggiore di un Festival non competitivo come quello di Bologna o Lione o altri equivalenti, consiste nella quantità di grandi opere o capolavori che riesce a offrire, difficile da riscontrare tra quelli che hanno molta più visibilità, come Cannes, Venezia, Berlino o San Sebastian. Tante, troppe per citarle tutte o solo alcune, senza commettere gravi e ingiuste omissioni, le pellicole meritevoli. di Vincenzo Basile

 

Cinema Ritrovato di Bologna XXXII edizione. Martin Scorsese il Padrino d’eccezione di V.B.

Cinema Ritrovato di Bologna XXXII edizione. Martin Scorsese il Padrino d’eccezione

È Martin Scorsese il Padrino d’eccezione della XXXII edizione del Cinema Ritrovato di Bologna. Il regista americano di origini palermitane, evento clou dell’apertura dell’edizione 2018. Al Teatro Comunale di Bologna, Scorsese ha condotto una conversazione con quattro registi del cinema taliano contemporaneo: Valeria Golino, Alice Rohrwacher, Matteo Garrone e Jonas Carpignano. di Vincenzo Basile

Dogman, di Matteo Garrone: una storia umana, tra degrado e violenza

Grande successo di pubblico e critica al Festival di Cannes 2018 per “Dogman”, di Matteo Garrone, successo convalidato dalla Giuria con l’assegnazione del premio come miglior attore a Marcello Fonte. di Giovanna D’Arbitrio

Si muore tutti democristiani, un film del Terzo segreto di Satira. Ovvero i dilemmi del compromesso

Presentato alla XII edizione della Festa del Cinema di Roma, nella sezione Panorama Italia, Si muore tutti democristiani è diretto e scritto dal collettivo italiano, Il Terzo Segreto di Satira, con la collaborazione di Ugo Chitti. di Giovanna D’Arbitrio

LORO 2, di Paolo Sorrentino. Ovvero uno, nessuno e centomila

LORO 2, la seconda parte del film di Sorrentino, fin dalle prime scene è apparsa alquanto diversa dalla prima (Loro 1),con dialoghi molto più significativi e originali (sceneggiatura: P. Sorrentino e U. Contarello). Il racconto infatti inizia proprio con un dialogo tra Berlusconi (T. Servillo) e Ennio (sempre T. Servillo), suo vecchio amico che, come in uno specchio, si rivolge a lui esaltandone la grande abilità di venditore e consigliandogli di comprare il consenso di sei senatori per andare a nuove elezioni. Berlusconi accetta i consigli e li mette in pratica con successo. di Giovanna D’Arbitrio

LORO 1, di Paolo Sorrentino. Ritratto di un’Italia corrotta e decadente

Il 24 aprile è apparsa sugli schermi italiani la prima parte di Loro 1, il film di Paolo Sorrentino, mentre la seconda arriverà il 10 maggio durante il Festival di Cannes che non ha ancora dato il consenso alla sua partecipazione. di Giovanna D’Arbitrio